Pallacanestro Taranto

Playoff, quarti gara 3: CJ Basket-Rimini 81-84: Taranto a un passo dal riaprire la serie!

21.05.2022 01:09

C’è mancato poco. E forse per questo fa ancora più male. Il CJ Basket Taranto esce a testa alta, altissima dai playoff di serie B Old Wild West 2021/22. E lo lottando, come solo il cuore rossoblu sa fare in gara 3 poi vinta dalla RivieraBanca Rimini per 84-81 in un finale che è un distillato continuo di emozioni. Peccato perché la squadra di coach Olive ha compiuto una grande partita, così come in tutta la serie, senza mai darsi per vinta, riuscendo a competere con una squadra, la RBR profonda e fortissima. Davanti ad un Palafiom che non ha smesso mai di incitare i rossoblu, Diomede e compagni hanno giocato in crescendo, soffrendo e venendo fuori alla distanza con una grande rimonta che si è fermata dapprima con una discutibile doppia infrazione, prima sfondamento e poi tecnico, fischiata a Ponziani che ha tolto a 2 minuti dalla fine il pivot dalla partita, in quel momento dominante nel pitturato e non solo, con Taranto sotto di sole 3 lunghezze. Ma il CJ ha avuto la forza ancora di rientrare negli ultimi possessi da -6 a -2. A un passo dal supplementare, dal poter vincere, dal poter riaprire la serie. Insomma a un passo dall’impresa.

CJ BASKET TARANTO - RIVIERABANCA BASKET RIMINI 81-84

CJ Basket Taranto: Manuel Diomede 23 (1/3, 5/9), Alberto Conti 19 (6/8, 0/3), Riziero Ponziani 16 (7/12, 0/0), Biagio Sergio 11 (1/3, 3/8), Gianmarco Conte 9 (0/2, 2/2), Giovanni Gambarota 3 (0/2, 0/2), Hugo Erkmaa 0 (0/3, 0/0), Ricards Klanskis 0 (0/0, 0/0), Lorenzo Porcelluzzi 0 (0/0, 0/0), Andrea Francesco Liace 0 (0/0, 0/0), Matteo Carone 0 (0/0, 0/0), Luca Cianci 0 (0/0, 0/0). All. Olive.

RivieraBanca Basket Rimini: Stefano Masciadri 21 (1/5, 6/8), Eugenio Rivali 17 (3/5, 2/3), Andrea Tassinari 14 (3/7, 1/5), Guido Scali 8 (4/6, 0/1), Tommaso Rinaldi 8 (4/6, 0/1), Andrea Saccaggi 6 (1/3, 1/2), Borislav georgiev Mladenov 6 (0/2, 2/4), Marco Arrigoni 4 (1/6, 0/0), Alessandro Scarponi 0 (0/0, 0/1), Luca Fabiani 0 (0/0, 0/0), Domenico D'argenzio 0 (0/0, 0/0). All. Ferrari.

Arbitri: Giovanni Roca e Pietro Rodia di Avellino. Parziali: 11-17, 24-26, 16-22, 30-19. STAT TA - Tiri liberi: 21 / 28 - Rimbalzi: 34 6 + 28 (Riziero Ponziani 14) - Assist: 17 (Manuel Diomede 6). STAT RN - Tiri liberi: 14 / 20 - Rimbalzi: 39 9 + 30 (Guido Scali, Tommaso Rinaldi 8) - Assist: 14 (Andrea Tassinari 6). Uscito per 5 falli: Ponziani (4°q, TA).

Coach Olive parte con Sergio, Ponziani, Conti, Diomede e Gambarota. Coach Ferrari risponde con Scali, Rinaldi, Masciadri, Rivali e Saccaggi.

Il primo canestro è ospite con Rivali. Sergio, Diomede, Saccaggi e Rivali si sfidano da tre, poi Sergio mette tutti d’accordo e fa 8-8. Il primo strappo di Rimini arriva con Saccaggi e Rinaldi, la tripla di Masciadri entrato dalla panchina frutta il +7 nonostante il canestro da sotto di Ponziani che lenisce il margine, 11-17 alla fine del primo quarto.

Un’altra tripla di Mladenov, in apertura di secondo quarto, porta RBR a doppiare il CJ sul 22-11. È il momento più difficile per Taranto, Tassinari inventa canestri in penetrazione e dalla media distanza, Masciadri infila un’altra tripla per il +14 ospite. Coach Olive ha già chiamato time out, ha messo dentro Conte che mette dentro una tripla che fa tanto bene al punteggio e al morale. La guardia tarantine è on fire e concede il bis di lì a poco e dimezza il gap, 20-27. Rimini ha sempre l’arma Tassinari e le triple di Masciadri e torna comodo, o quasi, a +12 costringendo coach Olive ad un’altra sospensione per riordinare le idee. Che stentano ad arrivare anche perché Masciadri pare infallibile dalla distanza, colpisce ancora da tre, per il massimo vantaggio della partita per gli ospiti, +17. Il CJ resta però concentrato, Diomede e Conti suonano la carica, Biagio Sergio infila la tripla che riscalda di più il Palafiom alle soglie dell’intervallo dove Taranto ci va ampiamente in partita, 35-43.

Al rientro dagli spogliatoi Taranto è ancora in fiducia, Ponziani balla sulle punte e fa due canestri in fotocopia, Sergio bissa la tripla di fine primo tempo e d’incanto è 42-45! Rimini, come in tutti i momenti di sofferenza, va da Masciadri che non delude, due triple in pochi minuti, le ennesime della sua partita (chiuderà con 6/8 dall’arco, 21 punti) ridanno spinta agli ospiti che complice anche un’altra tripla di Rivali (17 punti) allungano nuovamente a +11, Conte e Conti dalla lunetta tengono in scia Taranto ma Rimini ha fretta di chiudere la serie e quando Tassinari e Rinaldi prendono solo la retina il 59-63 di fine terzo quarto sa quasi di resa per i rossoblu.

Ancor di più quando in apertura di ultimo quarto Scali fa il +16. Ed è qui che succede l’insospettabile, anche se sperato da tutto il Palafiom. Ponziani e Conti vanno a segno, Rimini risponde colpo su colpo, ma la tripla di Diomede dà una bella carica a Taranto che getta il cuore oltre l’ostacolo, aumenta, semmai possibile, la propria intensità difensiva e rende difficile la circolazione di palla ospite sporcando tutte o quasi le linee di passaggio. Conti (19 punti) e Ponziani (16) continuano ad attaccare la difesa romagnola che evidenzia qualche crepa e quando Diomede (23 punti) infila una tripla monumentale Taranto si ritrova a contatto, 70-73 con il libero di Conti a segno per fallo tecnico alla panchina riminese. Mancano 3 minuti, poco più. Diomede prova la tripla addirittura per il pareggio, non va ma c’è Ponziani a rimbalzo. Per gli arbitri il pivot commette fallo di sfondamento su Masciadri, è il suo 4°. Subito dopo gli fischiano un discutibile tecnico che lo manda direttamente in panchina per limite di falli. Una vera mazzata per Taranto. Che accusa il colpo quando Rivali e Rinaldi portano Rimini a +6. Finita? No, c’è ancora vita al Palafiom. A trascinare il CJ ci pensa capitan Diomede. Subisce fallo, segna i liberi e poi segna la tripla del 79-81 a 20 secondi falla fine su assist di Conte. La mano di Tassinari non trema dalla lunetta, quella di Arrigoni solo in parte. La penetrazione di Conti tiene accesa la fiammella della speranza, ma sul -3 con Gambarota in lunetta servirebbe un miracolo. Rimini prende il rimbalzo sull’errore voluto del 55 rossoblu. Non c’è più tempo, il CJ Basket deve dire addio ai playoff. Ma lo fa con orgoglio, con l’applauso degli avversari e soprattutto del proprio pubblico orgoglioso dei suoi giocatori.

 

MEDIA – Differita tv in chiaro sabato a partire dalle 14.30 sul canale 750 di Radio Cittadella. Anche on line sul sito https://radiocittadella.it/

 

RBR RIMINI-CJ TARANTO 3-0 (Rimini vince la serie)

15/5 𝐆𝐀𝐑𝐀 𝟏: RivieraBanca Basket Rimini-CJ Basket Taranto 89-73

17/5 𝐆𝐀𝐑𝐀 𝟐: RivieraBanca Basket Rimini-CJ Basket Taranto 83-67

𝐆𝐀𝐑𝐀 πŸ‘: CJ Basket Taranto-RivieraBanca Basket Rimini 81-84

TABELLONE 3

Fidelia Torrenova-Liofilchem Roseto 69-77 (Roseto vince la serie per 0-3)
Raggisolaris Faenza-Tecnoswitch Ruvo di Puglia 87-79 (Serie: 2-1 Faenza)
Luciana Mosconi Ancona-Virtus Kleb Ragusa 87-96 (Serie: 2-1 Ancona)
CJ Basket Taranto-RivieraBanca Basket Rimini 81-84 (Rimini vince la serie per 0-3)

Il programma di gara 4:

22/05/2022 18:00 Raggisolaris Faenza-Tecnoswitch Ruvo di Puglia (Serie: 2-1 Faenza)
22/05/2022 20:30 Luciana Mosconi Ancona-Virtus Kleb Ragusa (Serie: 2-1 Ancona) 

Tutte le gare in diretta streaming su LNP PASS

Al seguente link tutte le informazioni sui playoff di Serie B Old Wild West 2022 nel Tabellone 3 (tabellone, formula, calendari): 

https://www.legapallacanestro.com/serie/4/playoff-playout/2022/ita3_c_poff 

Commenti

"Il ruolo delle donne nella Resistenza italiana e nella costruzione dell' Italia democratica", vince una studentessa del Maria Pia
VIDEO Torino 0-3 Roma | Abraham blinda la qualificazione per la Roma